FIREALIVE.IT

Firealive.it by Alessandro

Sulla scena da circa vent'anni, i Todio non sono la classica band che punta ad apparire, optando per un basso profilo che però non aiuta di certo a uscire dal proprio seminato. Con “Biomechanical Future Engine” qualcosa sembra essere cambiato, l'atteggiamento generale della band si è fatto più propositivo sia artisticamente che verso l'esterno. 

Il disco in questione abbandona la strada percorsa in passato - quella prog - concentrando tutta l'attenzione su un sound altamente heavy e impreziosito dalla voce della brava Barbara. Ascoltando i brani qui presenti si ha come l'impressione che i Todio si siano voluti scrollare di dosso quel velo di vecchiume che iniziava a impossessarsi di loro, cercando qualcosa che andasse contro corrente rispetto al passato e che potesse offrirgli nuove chance. Il risultato finale è un disco grezzo, una sorta di base di partenza su cui costruire un nuovo futuro.

D'altra parte la tecnica individuale qui non manca, vista l'esperienza di ogni singolo musicista. A tratti molto 80s e in altre circostanze incline a quanto fatto da Nightwish e primi Gathering, “Biomechanical Future Engine” è un disco onesto negli intenti, potente da proporre in sede live ma ancora distante dal poter esser definito un lavoro completo.

 

VAI AL SITO FIREALIVE.IT